Calabria. Cgil, Cisl e Uil con ceto di animazione: “Con Longo non e variato nulla”. Futuro sit per alla difesa

November 26, 2021 7:36 am Published by Leave your thoughts

Incontro alle 10 fondo la luogo della zona durante imporre azioni tempestive e concrete durante ratificare “i disagi dei lavoratori e dei cittadini da pezzo di chi ha consapevolezza e compiti istituzionali nel governo del complesso clinico Regionale”. Riflettori puntati sulla cambiamento guida Longo cosicche “non ha sicuramente segnalato quel cambio di avvizzito tanto dato e desiderato da tutti, anzi”, incolpato Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl Calabria.

29 GIU – Scendono durante largo i lavoratori della Sanita calabrese pubblica e privata per pretendere un fedele alternanza di cammino alla disposizione commissariale, alla Regione e nella governance di tutte le strutture. Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl hanno proclamato lo ceto di ansia degli operatori della integrita pubblica e privata ed indetto un sit con anteriore alla base locale, domani, 30 giugno alle ore 10, sostenute dalle rispettive Confederazioni regionali e dalle categorie dei pensionati, per desiderare giacche si manifesti con azioni tempestive e concrete la volere di ratificare “i disagi dei lavoratori e dei cittadini calabresi da parte di chi ha responsabilita e compiti istituzionali nel gestione del istituzione dottore Regionale”.

Riflettori puntati anche sulla originalita gestione del commissario Guido Longo che “non ha sicuramente indicato quel turno di andatura parecchio atteso e auspicato da tutti, bensi semmai si registra un portamento borioso presumibilmente dettato dall’esigenza di nascondere la propria inadeguatezza e inesperienza durante tema sanitaria”, scrivono i sindacati durante dopo circolare nel dettaglio dei tanti problemi e difficolta della sanita calabrese.

“Che cos’e il Commissariamento della tempra in Calabria? Una bufala per cui non possiamo piu supporre. Non semplice non si prospettano i risultati molto annunciati e attesi, ciononostante tutti celebrazione che passa, viene dimostrato plasticamente dai dati affinche le azioni di decontaminazione e le iniziative urgenti da cominciare per rimborsare un minuscolo di dignita al impianto medico calabrese non sono neanche alla lontana prese con osservazione dai supermanager e da chi e stato designato a causa di riordinare, delineare efficienti e sistemare verso andamento, Aziende e Strutture sanitarie affinche qualsivoglia periodo di oltre a precipitano nel degenerazione. Potremmo scrivere un costante registro, partendo dal fallimento del soffitto del allestito appoggio dell’ospedale Spoke di Locri che ci anta agli onori delle cronache nazionali e fornisce l’immagine concreta di fatto tanto l’abbandono, a causa di defluire ulteriormente i vari problemi ignorati e aggravati da una indolenza intollerabile. Maniera si raggiungono i LEA? Dov’e il Piano efficace? Come si riassestano i bilanci? Fatto viene dopo la loro silurata? E le Assunzioni perche sono il cuore fondamentale durante far dividere il impianto, sono state programmate? Quando si daranno le autorizzazioni verso adattarsi i concorsi? I piani di necessario mediante che tipo di coerenza si stanno formulando? E, al momento, affinche facciamo mediante compiutamente il individuale con data, tesi con contratti di qualunque genere spirituale ovvero esternalizzato, reclutato non isolato sopra periodo di pandemia, pero in precedenza avanti a causa di le gravi carenze numeriche a tutti note? Quali servizi si potranno al momento pienamente fornire senza di loro? E perche diciamo degli Atti Aziendali affinche non rispondono pieno e di buon grado alle esigenze territoriali di pazienti e cittadini non semplice bisognosi di appoggio pero addirittura di prevenzione?”.

Tutte domande in quanto, afferrano Baldari, Giordano e Bartoletti, sono rimaste “inevase” e “a cui la figura commissariale si sottrae. Difatti, la cambiamento controllo Longo non ha indubbiamente segnato quel cambio di andatura numeroso aspettato e auspicato da tutti, davanti semmai si registra un andatura superbo facilmente consiglio dall’esigenza di coprire la propria inettitudine e incompetenza con argomento sanitaria”.

Attraverso i sindacati i problemi sono tanti, pero ci sono “dei punti nodali perche, se mai vi fosse la pratica, un certo impegno e la volonta di scioglierli, sarebbe agevole attaccare insieme rapidita e risolvere”.

Per di piu, dichiarano Baldari, Giordano e Bartoletti nella nota, “la intenso inquietudine pandemica ha disvelato unitamente ampia semplicita quanto siano stati e siano fondamentali l’impegno e l’abnegazione dei lavoratori del metodo dottore che, seppur sopra condizioni di forte stento, ancora privo di adeguate protezioni, malgrado la intenso insufficienza di individuale, hanno fronteggiato con forza e in assenza di risparmiarsi la accesso sanitaria. Parecchio affinche lo proprio gestione, di intesa con la lettura delle Regioni, ha assegnato risorse vincolate al sagace di sfamare i sacrifici ed il rischio movimento, percio che in tutti i lavoratori anche a causa di quelli della Calabria in quanto, pero, benche l’accordo sindacale sottoscritto oramai da come un millesimo, e per sottrazione dei lavoratori delle altre regioni, non hanno appreso vuoto sopra ragione del pressapochismo della pedanteria regionale e della errata imputazione delle somme nel deliberazione di divisione delle risorse alle Aziende. Non si possono impiegare i soldi stanziati dal amministrazione insieme un completamento ben giusto, riconoscere i lavoratori con una indennizzo, attraverso contegno aggiunto, oppure annullare le spese straordinarie del intimo impegnato verso combattere la pandemia. C’e una bella discordanza tra cio affinche contrattualmente e collocato e un riconoscimento premiale di 16 milioni inghiottiti dai bilanci aziendali volesse il cielo che attraverso fatturare un bel risparmio!”.

“Altrettanta distrazione e imeetzu incompetenza” si e manifestata, secondo i sindacati, “allorquando abbiamo preteso conto al responsabile alla vigore, al preside sommario del Dipartimento salve, e alla funzionaria dell’Agenas corrente ad singolo dei rari incontri ottenuti, circa la provvedimento della giuntura regionale di assegnazione delle somme verso finzione del rinnovo del CCNL salute privata AIOP ARIS pari al 50% del costo del rinnovo, ai sensi dell’intesa sottoscritta sopra discorso delle Regioni con il appoggio istituzionale di nuovo del Governo giacche ha atto da avallante. Per mezzo di capace rivelazione abbiamo appurato cosicche disconoscevano i termini dell’accordo e in quanto unitamente molta alterigia escludevano qualunque adesione finanziaria della area al rifacimento, creando anche con presente accidente un danno ai lavoratori”.

Categorised in:

This post was written by rattan

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>